Se desideri disbrigare telefonicamente qualsiasi genere di pratica, puoi contattarci al numero 913 342 196, disponibile 24 h su 24.

        Per domande relative a offerte di Volo + Hotel devi entrare qui.
        Scrivere correttamente l’indirizzo email e la password.
        Hai dimenticato la password?
        Cordova

        Visitare la città di Cordova è l'occasione perfetta per scoprire un luogo pieno di storia e godere della sua bellezza culturale e architettonica sulle rive del Guadalquivir.

        Le sue origini, durante la tarda età del bronzo (secolo IX e VIII a.C.), e il suo passato storico sono le ragioni principali della sua bellezza, con una posizione ideale vicino al fiume come importante zona commerciale nei secoli passati. Tutto ciò ha lasciato una impronta in una città così bella.

        Alcázar de los Reyes Cristianos di Cordova

        L'Alcazar de los Reyes Cristianos rappresenta l'esempio più importante dell'evoluzione architettonica di Cordova, dove si combinano resti romani, visigoti e arabi, questa fortezza dell'antico Palacio Califal fu il luogo preferito dai sovrani di Cordova.

        Lo splendore, la bellezza e l'autenticità dei suoi cortili sorprendono chiunque venga a visitare tale monumento. L'Alcázar ha due cortili di cui quello in stile "mudéjar" si distingue per la bella immagine che offre al visitatore.

        Chiese Fernandine

        Si tratta di una serie di edifici commissionati da Fernando III il Santo dopo la conquista della città nel 1236 e molti di essi, in stile romanico misto a gotico e "mudéjar", furono costruiti sopra le moschee.

        Medina Azahara

        La "Ciudad Brillante" che il primo califfo cordovano Abderramán III aveva costruito a nord-ovest della città, fu concepita come la nuova sede del governo del califfato e residenza abituale del califfo. Anche se si dice che abbia ordinato che fosse costruita per la sua amata moglie, al-Zahrá (Azahara), si ritiene che le ragioni politiche e ideologiche siano ciò che veramente giustifica tale costruzione.

        La Moschea-Cattedrale di Cordova

        La Moschea-Cattedrale di Cordova è uno dei principali monumenti architettonici della città, è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dal 1984, rappresentando il culmine dello stile degli Omayyadi in Spagna. Combina alla perfezione l'uso di vari stili: gotico, rinascimentale e barocco.

        In origine, già in epoca visigota, era conosciuta come la Basilica di San Vicente, condivisa da musulmani e cristiani fino a quando Abderraman I decise di distruggerla e costruirvi sopra la moschea, che conserva ancora oggi alcune caratteristiche dell'antico edificio.

        Questa moschea ha due aree differenziate: il "patio" o "sahn" porticato, dove possiamo trovare il minareto, e la sala di preghiera o "haram".

        Palacio de Viana

        Questo bellissimo edificio, situato in Plaza de Don Gómez, ha dodici bellissimi "patios" e un bellissimo giardino, le sue camere ospitano numerose ed eterogenee collezioni: dipinti, stoviglie, mosaici, arazzi, "azulejos", armi da fuoco ... Spiccano la collezione di "guadamecíes" e la grande biblioteca.

        Ponte Romano e Torre de la Calahorra

        Insieme alla moschea e ai suoi dintorni, costituiscono una delle immagini più belle della città, specialmente al tramonto o al chiaro di luna. La sua struttura principale risale al Medioevo e ha subito numerosi lavori di ristrutturazione, l'ultimo nel 1876.

        Alla sua estremità meridionale, sorge la Torre Albarrana, dichiarata monumento storico-artistico.

        Commissionato da Enrique II de Trastámar, ha una posizione strategica all'ingresso della città e costituisce una costruzione di grande importanza nella storia militare di Cordova. Attualmente accoglie il museo Roger Garaudy.

        La Sinagoga

        Tempio ebraico situato nel quartiere ebraico della città, è l'unica sinagoga presente in Andalusia e una delle poche che sono ancora conservate in Spagna. Dichiarata Bene di Interesse Culturale nel 1885, utilizzata come luogo di culto fino all'espulsione degli ebrei nel 1492 e, in seguito, servì come ospedale, eremo di San Crispino e scuola materna.

        Tempio romano

        Situato vicino al Municipio di Cordova, è dedicato al culto imperiale e faceva parte del Foro della Provincia, così come il circo. Alcune delle parti originali del tempio possono essere viste nel Museo Archeologico o in alcune altre zone della città, come nel caso della colonna scanalata di Plaza de las Doblas.